San Giovanni Bosco e l’Islam


5Tv7Z1ZxB4On_s4-mb.jpg

Ribadisco quanto scritto pochi giorni or sono.

A me non interessa nulla di queste dispute tra giornalai e politici, nate per imbambolare el pueblo, il concetto di base è che la religione dei maomettani e il Cristianesimo sono incompatibili. Se volete renderli compatibili dovrete cambiare i testi, ammettendo di fatto che i testi non sono né sacri, né una fedele testimonianza dei fatti e dunque neppure fondanti.

Accanto ai testi ovviamente dovrete pure cancellare molti Santi (non dico i santucoli tipo un recente papa santificato per giustificare la linea di tendenza generale) o almeno nasconderne sotto il tappeto gli insegnamenti. Riscossa Cristiana ha pubblicato alcune pagine sulle idee di San Giovanni Bosco in merito all’Islam

http://www.riscossacristiana.it/le-chiare-parole-di-san-giovanni-bosco-su-maometto-e-islam/

Le pagine sono davvero molto interessanti anche perché, come è noto, San Giovanni Bosco è figura legata alla pratica della educazione dei minori e all’Oratorio. L’Oratorio è oggigiorno uno dei luoghi dove più si diffonde, di norma, questa sorta di cattolicesimo sporco, il sincretismo ecumenico new-age modaiolo, spesso i preti degli oratori sono personaggi indegni, freschi di seminario, più intenti a fare i buffoni ed i ragazzini, a volte impegnatissimi nel fare messe rock e palpare qualche parrocchiana (i casi sono innumerevoli) e tra i primi a concedere spazi a maomettani e ad esortare a strette di mano universali. Dunque è particolarmente interessante leggere cosa Don Bosco pensasse di maomettani e affini e immaginare la sua reazione davanti al clima attuale di baci, abbracci e tanti saluti…

Advertisements