I Radical Chic e la Brexìt


wolfe_radical_chic_468w.jpg

Il club chic assai shock, badum tum, il club più In va là belin, badum tum, Brexit il voto dei giovini ingannato, giovinezza giovinezza primavera di bellezza, poi salta fuori che i giovini a votare non ci sono andati quasi, dunque come funziona? Protestate senza votare? Il voto dei vecchi, questi vecchi, in realtà il dato reale è differente, un dato che ricorda certi risultati elettorali nelle grandi città italiane, ovvero il voto delle periferie. Il Brexit è stato sostenuto da classi economicamente meno fiorenti, da periferie, da anziani, ovvero da quelli che devono subire le decisioni di lor signori, le idee geniali dei capi, sì, Brexit è il pronunciamento di quelle classi sociali che una volta, ma solo una volta, piacevano tanto alla sinistra. Sono operai, sono anziani, sono pure immigrati da tempo presenti e ben integrati, il Brexit è espressione di quelli che devono subire le decisioni di lor signori, lor signori sono quelli che “che cavvvvino il migvantino” riferendosi o al cameriere o al cantantino rap invitato per la serata buona e che cavvvino quando il cantantino ci da dei brutti bianchi corrotti e zozzi… eh e la marchesa si eccita pure, un giretto nel cesso col catenato rivoluzionario milionario lo farebbe… eh sì il Brexit è di quelli che non hanno la palanca per fare i belli con il culo altrui e che se arriva gente senza controllo se la trovano sotto casa e non si possono muovere… “ma signora” -disse una volta a Radio Radicallah Em Alalah Bonin “ma signora cambi casa” lo ricordo bene, a una signora anziana che disperata si lamentava delle angherie che le toccava subire, giorno per giorno, dai nuovi vicini, appena sbarcati, tra baccano ad ogni ora, risse e strani andirivieni.. e il sindaco nisba e i tutori dell’ordine “non possumus” e il parroco li coccola pure e lei, la vecchina indifesa, chiedeva alla Em Alalah Bonin un aiuto, voi, voi che difendete tutti, voi che siete per i popoli, voi che avete un canto d’amore nel cuore, risposta “ma signora, cambi casa”. Ecco. Il Brexit è il voto di quelli che la casa non la possono cambiare, pure se sono in affitto e fanno fatica, tanto per dire. Dunque dico, a quanti compatrioti e non ora si lamentano, dall’Inghilterra, del Brexit… MA SIGNORI, CAMBIATE NAZIONE.

Advertisements