Vilipendio di cadavere e stupro della memoria: Verdun


Cosa c’è di meglio per mostrare al mondo quanto l’Europa sia decaduta di pigliare per il culo i caduti a Verdun? A quanto pare nulla. E così Francia e Germania, rappresentate dai rispettivi capi di Stato, organizzano uno spettacolino che neppure l’ultima delle Pro Loco italiane… quando vedi questa massa di giovani beoti (ovviamente multiculturali perché a Verdun è noto che fu faccenda di scontro per i migranti) che eseguono i loro ballettini epilettici, al bum bum tribale degli avanzi di centro sociale, e dopo aver simulato una corsettina stile Momenti di Gloria inscenano uno scontro tipo ti graffio ti graffio, dicevo, quando vedi che a tutto questo, secondo la tradizione delle contaminate e smerdate sagre di paese, si aggiunge l’arrivo di un buffone sui trampoli a simulare la morte con tanto di caduta dei bambocci, ecco allora pensi che l’ultima speranza sono gli Zombies di Romero, magari intelligenti, che dalla terra vengano fuori armati come i Granatieri di Heine e che i tanti e tanti morti redivivi prendano a fucilate in testa i giovani beoti, i buffoni intrampolati e le teste di cazzo che presiedono la cerimonia di dissacrazione.

L’anno prossimo corsa nudi e cagata liquida sul sacrario, segue accoppiamento transgender tra le croci.. ops… tra i tumuli spogli perché mi sa che le croci… ecco… insomma, ci siamo capiti.

Advertisements

One thought on “Vilipendio di cadavere e stupro della memoria: Verdun

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s