La Settimana più bella del mondo mondiale


Riassunto della settimana.

Visto che siamo destinati a sceglierci un padrone (non contiamo un cazzo e meno conteremo) punterei sui Russi, brutali, ingannevoli, totalitari quanto volete, ma merda per merda preferisco una merda che è comunque, per quanto vasta, europea, insomma ancora ancora ci possiamo capire, con gli americani sarebbe solo una gara a spillarci palanche.

IL PAPA SCRIVE AL PRESIDENTE IRACHENO, RISOLVETE LA CRISI

Mentre si massacrano allegramente cristiani il Caprone vestito di Bianco si diletta in

1) fuga in Sud Corea

2) prediche sul porgere l’altra guancia (chi vuol capire…)

3) distinzioni raffinatissime “non parliamo di martiri cristiani, parliamo di minoranze”

4) organizzare una “partita per la pace” dove il suo Ego da puttanella ereditiera potrà sfolgorare in ogni luogo

Mentre si massacrano un po’ ovunque, compresa in quella Libia dove siamo andati pure noi ad innescare la bomba, Bombama ci tiene a far sapere che dei terroristi si occupa lui (gli USA a quanto pare hanno la licenza di caccia per questo tipo di animale), ma guai se Siria o Egitto tentano di partecipare alla battuta, queste sono ingerenze, solo gli Usa possono fare la guerra ai terroristi, sì, quei terroristi che hanno prima armato come ben illustrava lo scomparso Bill Hicks.

La guerra al terrorismo, d’altro canto, è oscurissima, direi quasi invisibile, sono finiti i tempi degli spettacolini in diretta televisiva dal carro armato, tra duna e duna, adesso c’è quasi un pudore, un pudore che a volte puzza di balla. Nel frattempo gli amici (ex?) di Bombama & Co. massacrano e decapitano. E non parlo solo di quelli dell’Isis che adesso sono cattivoni (almeno ufficialmente), parlo anche di gruppi come Al-Nusra, fatevi una “cultura” girando per la rete e trovando le loro prodezze a cadavere caldo o semifreddo (sconsiglio nell’ora dei pasti).

Io inizio a pensare ad un bel corso di Russo, giusto per poter prendere meno bastonate al momento della fila per il pane, perché se mi schiantano tutti i denti quel mattone duro duro e nerissimo come lo mangio?.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s