MI DEVO RICREDERE: Renziani nell’anima


L’ascesa renziana è avvenuta mentre mi trovavo oramai all’estero. Guardavo da lontano gli eventi e pensavo

soa3d7Come Sindaco (quando c’era) si era già dimostrato un pessimo amministratore, preso da folli idee come quella fesseria del trenino che doveva passare nel mezzo tra battistero e cattedrale, oppure la pretesa di fare guerra alla Soprintendenza perché aveva mal digerito l’affitto del Ponte Vecchio per “feste esclusive”. Alla fine prevalse sopra quel carciofo di Letta e vinse la poltrona, e continuavo a pensare

soa3d7Poi ci sono le elezioni e becca 11 milioni di voti e non riesco a capacitarmi… fino all’altro giorno, quando mi imbatto in una dichiarazione di Veltroni, all’epoca candidato premier del PD

Per spiegare che cos’ è la politica ho pensato di costruire un modello nuovo, che alternasse testi, immagini e spezzoni di film. Ci sono cose molto diverse, da Charlie Chaplin a Gandhi, da Martin Luther King a Craxi e poi c’ è una scena da “Bobby”: un film bellissimo su Robert Kennedy, che è stato un riferimento permanente della mia formazione

Il fan di Bobby (quello che crede ancora alle favolette dei buoni fratelli amerikani) venne acclamato, incensato, fece discorsi, ricevette appoggi dalla classe “intellettuale” a lui consona (autentici nani e ballerine) e, pur sconfitto alla fine, raccattò alle Europee 12 milioni di voti. A questo punto, come dicevo, devo ricredermi, perché se si è disposti a dare 12 milioni di voti ad un analfabeta tutto buoni sentimenti e non si ferma un emozione, Giove FessoTuonante che ha generato svariati mostri politici e giornalistici dalla sua capoccia, allora è giusto, anzi giustissimo e sacrosanto che si possano dare 11 milioni di voti a Renzi. Per parte mia non vale la giustificazione “far vincere questo per non far vincere l’altro, ovvero il mafioso piduista” perché scegliere un imbecille per evitare un ladro (supponendo che l’imbecille non sia ladro a sua volta) è una teoria suicida ed infatti… buon Renzi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s