Salta e balla, salta e balla, prima eri bello, ora sei cattivo


tumblr_na4r6vVM1I1qzfez5o1_500

Nel 2013 Mccain, questa sorta di guazzabuglio retorico con tanto di testone avvitato e mascella digrignante, pensò di compiere un glorioso viaggio in Siria per appoggiare i “combattenti per la libertà”, nome altisonante che già puzzava di marcio, merda e sangue. In realtà si trattava di gruppi di massacratori che combattevano una dittatura (abbastanza moderata, fino a quando non istigata) a colpi di attentati sulla popolazione, omicidi e stragi. Questi figli di buonadonna, scodellati a dozzine dai paesi limitrofi, erano spesso già sulla lista nera sotto il nome “terrorismo”, lista nera che, come è noto, è più mutevole di un Luca Barbareschi qualsiasi. Impettito e mascelluto Mccain posò con alcuni combattenti, tra questi pure membri di Al-Qaeda (un tempo cattiva, ma dopo la pantomima della cattura e uccisione di quel vecchio pensionato di Bin Laden buona) ora gruppo di civili colletti bianchi con cui stringere accordi per Iraq e Pakistan, ad esempio: in questa ultima Nazione Al-Qaeda è notoriamente impiegata dagli Stati Uniti come pungolo contro il regime locale. Alcuni dei personaggi in questione ora sono confluiti nella cattivissima Isis (inizialmente buona) secondo quel programma di destabilizzazione perenne che ha caratterizzato gli Stati Uniti da dopo il secondo conflitto mondiale, metti un dittatore, lo finanzi, lo armi, lo accusi, lo butti giù, usi dei gruppi paramilitari, poi li bombardi e avanti di questo passo. E queste merde che ci dettano la politica del mondo sulla base della loro bontà, giustificando il loro impero grazie al fatto che “ci hanno liberato” (così facevano anche i Russi ricordando Stalingrado e, a conti fatti, la guerra l’avevano vinta soprattutto loro), riproduzione ipocrita della Atene del “vi abbiamo liberato dai Persiani” (ma il parallelo in questo modo si conclude) amano così dirsi infallibili pur sbagliandole tutte (o no?) come è visibile controllando lo stato delle nazioni visitate da questi portatori sani di democrazia.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s