L’ETERNO EVASORE – Inquietanti paralleli pubblicitari (ovvero quando le immagini rivelano più delle parole il pensiero di chi ci governa)

L’ETERNO EVASORE – Inquietanti paralleli pubblicitari (ovvero quando le immagini rivelano più delle parole il pensiero di chi ci governa)

La pubblicità “parassita della società” mi ha ricordato tanto certa cartellonistica sull’eterno ebreo della germania hitleriana, lo sguardo torvo, il naso messo bene in vista, la scritta per attirare il disprezzo, l’uso di certa terminologia (Goebbels parlava di insetti delle patate, parassiti insomma) e come per la Germania hitleriana la campagna era rivolta verso concittadini additati ad altri cittadini, attribuendo genericamente tutte le colpe e tutti i mali della società, un bel esempio di nazismo camuffato da buonismo ed educazione civica. Tralasciando poi l’aspetto più assurdo, ovvero che lo Stato in molti casi è un evasore totale (ma d’altro canto anche tra le gerarchie naziste c’erano degli ebrei come Reinhard Heydrich) penso al gran calderone, dove si confondono le evasioni di sopravvivenza con i grandi evasori, così come allora si mischiava in un unico brodo il piccolo artigiano di origine ebraica con i grandi speculatori, questi ultimi spesso non venivano affatto toccati dalla persecuzione e a farci le spese erano i soliti poveracci, il rigattiere, il ciabattino, insomma molti signori nessuno e pochi signori qualcuno…

jud_suss
prop_3
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s