RIVOGLIO BONDI


L’ho detto, rivoglio Bondi, al posto dell’invisibile Ornaghi, meglio Bondi con le sue stronzate, le poesie minime, il sito del ministero trasformato nel diario (pre)adolescenziale che ti genera l’immagine del diario cartaceo, quello dove con perizia, il giovane Sandro verga e riverga e ci appiccica le foto, ci disegna i cuoricini e ci infila le stelle alpine a seccare… rivogliamo Sandro, perché se tanto, come già è visibile, essere Ministro dei Beni Culturali vuol dire non fare un accidente, mese per mese, almeno Sandro aveva quel fare di cazzaro di paesino, lo scrittore mancatissimo che frequenta tutte le fiere e perseguita la vecchietta per leggerle l’ultima poesia o corteggia la barista che si limita a versare il più alla svelta possibile e fuggire. Aridatece Sandro!

Advertisements

4 thoughts on “RIVOGLIO BONDI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s