STUDIO APERTO: GIORNATA TIPO


Mi capita spesso di subire Studio Aperto, trasmissione che è stata incautamente indicata come Telegiornale, mentre è peggiore del peggiore rotocalco immaginabile. Tanto per rendere l’idea il modello tipo della trasmissione di Giordano in questi giorni è:

1) Mezza Italia sotto la Neve.  Segnalo il colpo di genio della giornalista a Siena che, mostrando 3 cm scarsi di neve, diceva “è necessario munirsi di catene”

2) Un servizio da Cortina sui vipsssssss con straordinarie immagini di un bel fico secco

3) Belen

4) Belen

5) Un paio di servizi costruiti scaricando video da internet

6) Belen

7) Marchetta a qualche trasmissione di canale 5: GF, la Toffanin, Zelig, Striscia

8 ) Finta storia di bontà: quella di ieri era l’angelo del fango. Guardatela perchè è un tipico servizio di Studio Aperto, musichetta dei buoni sentimenti, vocina querula della giornalista (molto più di quella del bimbo), bimbi mostrati in televisione, notizie che non sono notizie e morale finale.

9) Qualcosa sugli animali, ieri era un cane contro un puma

10) Belen

11) Qualche servizio dedicato ad un ristorante o ad un chiosco o ad un negozio, l’importante è fare una bella pubblicità.

Quasi ogni servizio suscita in chi li vede un CHI SE NE FREGA eppure si resta come incantati a vedere la stupidità e l’ignoranza di questi tizi (giornalisti non direi) che ti dicono beati che l’orso è un PACHIDERMA o altre meraviglie di questo tipo, intervallate da prediche morali sui giovani e il bere smodato seguite, ovviamente, da un bel servizio sullo spasso (???) dei GIOVANI a base di, indovinate, di bevute smodate, magari a Panarea, l’unico posto dove, a quanto pare, si puo’ bere secondo Studio Aperto.

Advertisements

4 thoughts on “STUDIO APERTO: GIORNATA TIPO

  1. Ho sempre la sensazione(per carità, mai cronometrato la durata dei servizi), che questo divertente tg comunichi molto rapidamente e quindi sommariamente, le notizie rilevanti del giorno per esser certo di poter dedicare, come dicono loro, “un’ampia pagina” a soubrettine, veline, giorginecanalis, grandie piccolifratellin, vippaglia assortita e mazzamma neanche troppo fresca (la mazzamma qua a Napoli è il pescato più scadente e per traslato la gentaccia). Esempio eloquente di come l’infotainment finisca quasi inevitabilmente per divenire infogn-tainment :-))))

  2. Pensandoci bene inizio a dubitare che tu abbi davvero ragione, il tg (o il tentativo di tg) è condensato nei primi 5 minuti, il resto sono marchette, il soldo quotidiano del giornalista che deve fare il pezzo, lo spot. Vera mazzamma (non conoscevo questo termine, rende benissimo) e infogn-tainment è perfetto :-))

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s